Faq

  • Quanto tempo ci vuole per rilegare la tesi?

    Il tempo necessario per rilegare la tesi è di 2 giorni lavorativi a condizione che l'ordine, il file in PDF idoneo alla stampa e la conferma del pagamento, ci pervengano entro e non oltre le ore 9:30 di un giorno lavorativo. I giorni lavorativi sono considerati da lunedì a venerdì (escluse le festività).

    Esempi servizio Tesi 
    (online o presso centro stampa):
    Esempio 1: ordine TESI concluso entro le 9:30 di lunedì-> rilegature pronte presso nostra sede mercoledì ore 9:30 o affidate al corriere
    Esempio 2: ordine TESI concluso dopo le 9:30 di lunedì ma entro le ore 17:30 -> rilegature pronte presso nostra sede giovedì ore 9:30 
    o affidate al corriere

  • Quanto costa la stampa e la rilegatura di una tesi?

    Scegli il materiale, scegli il colore della copertina e compila il modulo online per conoscere subito il prezzo.

  • Quanto tempo ci vuole per la spedizione della tesi?

    Tempo Spedizione:


    La
    previsione rilasciata dal trasportatore Bartolini è di circa + 1 o 2 giorni lavorativi.

    Nel caso di spedizione verso le isole e le zone più remote, la previsione rilasciata dal trasportatore è di circa + 2 o 3 o più giorni lavorativi. 

    I giorni lavorativi sono considerati dal lunedì la venerdì, escluso festivi o limiti governativi.

  • In che formato devo inviare la tesi?

    Il file per stampare la tesi è il PDF.

    Partiamo dal presupposto che tu abbia già creato il testo definitivo della tua tesi, tutto bello preciso con i giusti margini e pertanto ti devi recare presso una copisteria a stampare il file.. in quel preciso momento nasceranno dei problemi. Purtroppo i nostri fedeli compagni di lavoro che generalmente sono word, write, page o latex non gradiscono molto il passaggio da un pc ad un altro o da una versione all’altra. Infatti anche tu avrai potuto constatare almeno una volta, che l’impaginazione della tua tesi tende a modificarsi. Cosa fare? semplice salviamo il nostro file definitivo in PDF invece che in .doc, controllando attentamente che la formattazione venga mantenuta.

  • Cosa significa incisione della copertina?

    Le copertine della tesi vengono stampate a caldo attraverso una struttura in metallo adatta per fondere la lamina dorata o argentata (e altri colori).
    Le copertine non vengono stampate ad inchiostri dal computer pertanto l’impaginazione, la dimensione e la tipologia dei caratteri utilizzati per l’incisione della copertina sono standard (non personalizzabili), mentre le informazioni verranno ricavate dal frontespizio da te fornito. La font che utilizziamo per incidere i caratteri sulla copertina è il Times. Nel caso sia presente un logo utilizzeremo per l’incisione un cliché in metallo, pertanto non sarà modificabile in dimensione e forma. Il logo viene inciso senza costi aggiuntivi e sempre centralmente (no di lato). Se non dovessimo disporre del logo da incidere sulla copertina, riceverai una nostra mail di comunicazione. Inoltre dato che trattasi di un incisione artigianale in piombo, la qualità non potrà essere paragonata a quella di una stampa laser su carta.

  • Margini per la corretta impaginazione della tesi

    Il problema che potrebbe verificarsi, passando il tuo file da un computer all’altro, è la perdita dell’impaginazione della tesi. Infatti a volte il suo contenuto tende a spostarsi liberamente all’interno delle pagine.
    Questo inconveniente si può ovviare facendo uso delle interruzioni di pagina e di sezione.

    • Se volete ad esempio lasciare una pagina bianca evitate assolutamente di schiacciare il tasto invio.. andate semplicemente nel menu’ “inserisci” e sotto “inserisci interruzione” spuntate la casella “di pagina”.
    • Dopo ogni capitolo sarebbe consigliabile invece inserire un’interruzione di sezione! Questo vi garantirà anche che modifiche fatte al capitolo precedente, non comportino spostamenti nei capitoli successivi.
    • Per inserire un’interruzione di sezione andate al menu “inserisci” e sotto “interruzione di sezione” selezionate “pagina successiva”.
    • Evitate dunque, nei limiti del possibile, di dividere la tesi in molti file o, quantomeno, cercate di ridurre il numero degli stessi! Le pagine nel formato A3 non creano alcun problema.

    Le pagine in A3 possono essere inserite e rilegate sia nel corpo della tesi sia in una busta apposita applicata sulla terza di copertina. L’unico accorgimento fondamentale che dovrete ricordare è che in qualsiasi caso le pagine saranno rifilate! Attenzione quindi a rispettare i margini, lasciando almeno 1 centimetro dai bordi del foglio.

  • Impostazione e allineamento dell’indice

    Molti riscontrano problemi ad allineare l’indice. La tecnica di lasciare semplicemente degli spazi bianchi si rivela solitamente fallace, oltre a richiedere un certo tempo! Il modo migliore per allineare l’indice, e qualsiasi altra cosa, e’ quello di affidarsi all’uso del tasto “tab” e’ situato nell’angolo in alto a sinistra della tastiera.

    Dopo il nome del capitolo, ad esempio, schiacciate suddetto tasto fino a raggiungere la posizione desiderata e inserite quindi il numero di pagina. Ripetete la procedura per il resto dell’indice e vedrete che in questo modo i numeri di pagina risulteranno allineati! Nel caso voleste inserire i puntini sulla riga prima dei numeri di pagina, il sistema migliore e’ quello di impostare una paragrafazione apposita.

    Procedete come segue: Aprite in alto il menu’ “formato” Selezionate quindi “tabulazioni” oppure “paragrafo” e quindi “tabulazioni”

    In “posizione tabulazioni” dovrete inserire, in centimetri, prendendo a riferimento il righello nella parte superiore del vostro documento, la posizione in cui andranno allineati i numeri dell’indice, nel nostro esempio 15cm.

    Lasciate la casella “allineamento” spuntata a sinistra, mentre in “carattere di riempimento” spuntate la casella n. 2 (quella con i puntini ….) Cliccate quindi sul tasto “imposta” e poi su ok.

    Ora, dopo aver scritto ad esempio il nome del capitolo vi basterà schiacciare il tasto “tab” e questo sposterà automaticamente il testo nella posizione giusta per i numeri di pagina creando, sempre in automatico, anche i puntini.
    I margini non costituiscono un grosso problema. Non vi sono in effetti misure standard da utilizzare e la rilegatura impiega spazi di pochi millimetri.
    L’unica accortezza da seguire sarà quindi di non lasciare pochi millimetri dal bordo della pagina, prestando attenzione piu’ che al testo (che raramente si verrebbe a trovare in tale posizione) alle figure e alle tabelle che piu’ facilmente capita di trovare molto vicine ai bordi delle pagine.

    Diciamo che come valore generico dei margini la misura di 3 cm sarà ottimale, con la cortezza di lasciare 5mm in più sul lato dove la tesi sarà rilegata. Nel caso di file destinati alla stampa in fronte e retro dovete considerare che le pagine dispari sono quelle che, una volta stampate, avrete sempre alla vostra destra, ovvero quelle fronte!

    Sarebbe buona norma dunque che almeno l’inizio dei nuovi capitoli fosse su una pagina dispari. Per ottenere questo e’ sufficiente, nel caso ad esempio il primo capito finisse in pagina dispari e farebbe quindi ricadere l’inizio del secondo in pagina pari e quindi su un
    retro, lasciare tra un capitolo e l’altro una pagina bianca, utilizzando una interruzione di pagina che fa si che il capitolo successivo si sposti in pagina dispari ovvero sul fronte!

  • Impostazione delle pagine affiancate

    Dovrai prestare attenzione nel caso di margini destro e sinistro differenti. In questo caso dovrai impostare l’opzione “pagine affiancate”.

    Per fare questo vai in “file”, quindi in “imposta pagina” e li selezionate nel menù a tendina “pagine affiancate” Attenzione anche alla numerazione delle pagine. I numeri centrati non creano nessun problema, altrimenti questi andranno impostati come esterni.
    Clicca su “inserisci”, “numeri di pagina” e in “allineamento” inserite “esterno".

  • Serve un programma per convertire il file di testo editabile nel pdf?

    Non serve nessun programma in quanto i principali software utilizzati per digitare il testo delle tesi, hanno la funzione di salvataggio (o esporta) del file in PDF.

  • Come conteggiare le pagine in bianco-nero e a colori?

    Le stampanti riconoscono come pagine a colori, tutte quelle con un contenuto diverso dal testo nero 100%. Pertanto le scritte in grigio o altri colori diversi dal nero 100%, i loghi e le immagini (anche se visivamente bianco-nero) saranno da considerare a colori, in quanto realizzate in quadricromia.

  • Come creare un file con le giuste caratteristiche di stampa?

    Prima di salvare e inoltrare il file in PDF verificare con attenzione di avere selezionato (nel programma utilizzato) il “nero 100%” e non il “nero automatico”. Fare questa verifica anche con le note, i link e i numeri di pagina. In quanto il "nero automatico" è preimpostato. Purtroppo ha la caratteristica che utilizza i 4 colori (quadricromia) per stampare il nero. Pertanto il costo non sarà quello di una pagina in bianco-nero ma sarà quello di una pagina a colori. Quindi per evitare di pagare soldi in più, verificare attentamente questa opzione prima di inviare il file in PDF della tesi.

  • Caratteristiche della copertina in canapa

    Canapa: la grana di struttura di questo materiale risulta grezza e disuniforme. Pertanto potrebbe presentare delle irregolarità nell’incisone dei caratteri. Nonostante ciò viene molto apprezzata proprio per questa particolare sua caratteristica naturale.

  • Caratteristiche Copertine in VERA Pelle

    Vera Pelle: questo pregiato materiale potrebbe presentare delle grinze sulla superfice (e non difetti), in quanto sono dovute alla naturale acconciatura della pelle.